Tweet

Pedalare in salita: 6 consigli per farlo

Pedalare in salita: 6 consigli per farlo

In sella ad una bici, prima o poi, ti ritroverai ad affrontare una salita. Ma niente paura! Ti spiegheremo qual č il modo migliore per pedalare in salita

pedalare_in_salita__6_consigli_per_farlo

Il sogno di quasi tutti i ciclisti, professionisti o amatoriali, è quella di riuscire ad affrontare al meglio una salita, da vero campione. Questo perché la salita è una metafora della riuscita, del successo. Molti grandi ciclisti, infatti, sulle salite hanno scritto la storia di questo sport.

Ma pedalare in salita non è facile, il nostro corpo viene messo davvero a dura prova, e per non arrivare in cima spompati o, addirittura, fermarsi a metà è bene seguire alcuni consigli.

Ecco come affrontare una salita con successo!

Pedalare in salita: la postura corretta

Cominciamo proprio dalle basi: la posizione corretta del corpo per pedalare in salita

Quando si pedala in salita la resistenza dell’aria non è importante, quindi non c’è bisogno di assumere una posizione aerodinamica. Piuttosto, è importante assumere una posizione che permetta di trasferire tutta l’energia sui pedali. Ecco qual è la postura corretta di ogni parte del corpo:

  • Posizione delle spalle e delle braccia: molto spesso, quando si pedala in salita, si tende ad irrigidire la parte alta del corpo, spendendo energia inutilmente. Al contrario, le spalle e le braccia devono essere più rilassate possibile.
  • Posizione delle mani: meglio metterle sulla parte superiore del manubrio quando si è in salita, così da respirare meglio non comprimendo la cassa toracica.
  • Posizione del tronco: sforzati a non fare troppi movimenti ondulatori con il tronco che ti faranno spendere più energie. Tienilo più fermo possibile.

Consigli utili per pedalare in salita

Ovviamente, una buona postura non basta. La salita sarà sempre faticosa, ed ecco perché ci sono altri accorgimenti per riuscire a scalarla senza troppi problemi.

Un vero atleta, affronta una salita tosta seguendo questi 6 accorgimenti:

  1. Studia il precorso prima di intraprenderlo: se hai già deciso quale percorso affronterai, è bene studiarlo prima di saltare in sella, magari con l’aiuto di Google Street View. In questo modo, conoscerai tutti i “pericoli” e le salite più o meno dure.
  2. Idratati più possibile: essere sempre ben idratati è sempre importante, non solo quando si devono affrontare salite. In quest’ultimo caso, comunque, è bene bere piccoli sorsi d’acqua per non appesantirsi durante la salita. Se poi è estate, meglio bere sali minerali e usare l’acqua per bagnarsi spesso testa, collo e polsi.
  3. Svestiti leggermente prima di intraprendere la salita: pedalare in salita, che sia estate o inverno, ti farà sudare e accaldare. Per non rischiare un colpo di calore, quindi, poco prima di cominciare la salita è una buona idea svestirti un po’ e rivestirsi quando si comincia la discesa.
  4. Anticipa il cambio di marcia: non aspettare che le tue gambe e tutto il tuo fisico fatichi a metà salita per cambiare marcia. Scegli un rapporto adeguato già prima e i tuoi muscoli ringrazieranno.
  5. Tieni il ritmo: quando affronti la salita, trova il tuo ritmo e non cambiarlo mai. Ti aiuterà a non sprecare energie. Non ha senso cambiare andatura, accelerare e decelerare, quando non ce n’è bisogno, faresti solo danno ai tuoi muscoli e alla tua resistenza.
  6. Rimani il più possibile seduto sulla sella: se ti alzi dalla sella il peso del corpo viene scaricato tutto suoi piedi e sulle gambe, senza passare dalla sella. In questo modo consumerai molta più energia poiché userai più muscoli. Se pedali in salita sempre da seduto, invece, consumerai meno calorie, una frequenza cardiaca più bassa e una maggiore efficienza nella pedalata.
© 2013 SUPERBICI