Tweet

Aiutare il metabolismo con la bici: come farlo correttamente

Aiutare il metabolismo con la bici: come farlo correttamente

Come tutti gli altri sport, anche il ciclismo aiuta a perdere peso e ad accelerare il metabolismo. Ecco i metodi che ti permetteranno di farlo al meglio

aiutare_il_metabolismo_con_la_bici__come_farlo_correttamente

Le abitudini quotidiane e il modo in cui si va in bici può influire sul metabolismo, riuscendo addirittura ad accelerarlo e, quindi, a bruciare grassi e calorie. Alcuni esercizi da fare in sella possono, addirittura, incidere sul dimagrimento lipidico anche a riposo, durante le 24 ore successive all’allenamento. 
Abbandona, quindi, le diete miracolose e l’idea di dover passare ore e ore in palestra. Ad aiutare il metabolismo ci pensa la bicicletta!

Accelera il metabolismo in bici con l’High Intensity Interval Cycle Exercise

Il metodo High Intensity Interval Cycle Exercise prevede una combinazione ben precisa di scatti e ripetute che aiutano a portare il metabolismo ad un livello più alto, anche dopo l’allenamento. Questo metodo lavora ad una modalità intermittente di 40/20, ossia pedalare per 40 secondi ad una velocità molto sostenuta per poi rallentare per 20 secondi e ricominciare da capo per almeno 10 volte, sempre dopo un buon riscaldamento di una decina di km. 
L’esercizio dura in media solo 10 minuti e stimola il metabolismo dei grassi che rimane alto anche nelle fasi successive della giornata.

Come bruciare grassi e calorie in bici

È appurato ormai che andare in bici, soprattutto nel modo giusto, aiuta a dimagrire e non solo ad accelerare il metabolismo e a bruciare calorie e grassi. Ci sono diversi metodi che permettono di velocizzare la perdita di peso quando si pedala, vediamo quali.

Mangia proteine a colazione

Se ci si allena in bici tutti i giorni è importante consumare almeno una porzione di proteine durante la prima colazione. Le proteine, infatti, evitano i picchi glicemici e il desiderio di zuccheri durante l’allenamento. Sarebbe consigliato di pedalare almeno venti minuti prima di mangiare al mattino, magari con una semplice cyclette, poiché quando ci si allena senza fare colazione si favorisce il consumo di grassi. Il cervello però ha bisogno di zuccheri, quindi è importantissimo reintegrare zuccheri e proteine entro 30 minuti dalla pedalata, così da recuperare la massa magra consumata e continuare a bruciare grassi nel modo corretto. 

Abbandona la strada asfaltata e pedala su fondo sconnesso

Pedalare su una strada asfaltata e liscia non è male, ma pedalare su un fondo sconnesso fa bruciare ben oltre 600 calorie e sollecita tutti i muscoli del corpo, modellando quelli delle braccia e rafforzando quelli di petto, schiena e spalle, e non solo quelli delle gambe.
Abbandonare l’asfalto per lo sterrato, inoltre, aiuta l’interval training cardio e sviluppa la forza e la respirazione. 

Pedala intensamente

Come abbiamo già accennato, un allenamento intenso e breve brucia più calorie e grassi di un allenamento lungo ma lento. Ecco perché è consigliabile fare almeno 10 minuti di High Intensity Interval Cycle Exercise e pedalare ad alta frequenza per un breve periodo di tempo piuttosto che pedalare per ore lentamente e costantemente. 

Mangia mentre pedali

Se pedali per molto tempo, non solo per un’oretta o meno, puoi sgranocchiare qualcosa mentre pedali, anche perché il ciclismo è una delle poche attività che permette di mangiare nel mentre senza rischi di rigetto. Ma perché è utile mangiare mentre si pedala? Perché così si spezza la fame e non si arriva a destinazione con un’incredibile buco allo stomaco che porta inevitabilmente verso un’abbuffata.

© 2013 SUPERBICI